SFRUTTIAMO AL MEGLIO LE NOSTRE PAGINE.

Giuliano Ferrara ha un giornale, Berlusca ha il suo quotidiano; perchè la nostra Società non dovrebbe avere un mezzo di comunicazione? Mettetelo come home page o inseritelo tra i preferiti, ma l’importante è che il contatore delle visite continui a salire. Tutte le novità dallo spogliatoio, i commenti delle gare, gli infortunati, gli squalificati, le immagini li trovate in linea diretta; mancano le convocazioni, le figurine Panini e i gadget come premio alle lotterie interne, ma ci attrezzeremo. Chi segue le gare potrebbe collegarsi per il “pagellone” e magari commentare da “interno o da esterno” i nuovi grandi del pallone, senza dimenticare chi, prima di loro, ha portato per decenni il nome di Ravalle sulla bocca di tutti. Intanto auguriamoci un “BUON VIAGGIO”.

UN VERO PECCATO!

Amatori sabato 4 novembre 2017 ore 18,45

 

Poteva andare meglio. Un vero peccato il risultato sul campo nonostante i leoncini ce l’abbiano messa tutta. Ad un primo tempo senza pecche, giocato con intelligenza ed acume tattico, abbiamo contrapposto una ripresa che, anche se calati notevolmente sul piano fisico, abbiamo dato battaglia più col cuore che con le gambe. A tratti abbiamo giocato in evidente inferiorità numerica, non per qualche nostro infortunato, ma per la discutibile direzione di gara che a tratti fischiava a senso unico e mai, se contro la squadra di casa, senza estrarre alcun cartellino (da notare che l’unico giallo del Corporeno è avvenuto al terzo minuto di recupero per una fantozziana perdita di tempo). Arbitrare in questa maniera, con superficialità, induce la squadra svantaggiata ad innervosirsi; così è stato anche per noi. Ci ha rimesso una parte della panchina, che già corta per gli infortuni, ci vedrà arrancare per arrivare in undici alla prossima gara esterna contro il Bernardi Boschi. Contro la capolista non potranno esserci prestiti dagli Over (oggi grande prova di Rocco) in quanto impegnati nella stessa serata di lunedì contro il fanalino di coda Boca Senior che vorrà render cara la pelle per un immediato riscatto. Un plauso va a tutto il gruppo che nonostante la sconfitta ed un momento di alti e bassi sotto il profilo agonistico, si ritrova a non piangere sul latte versato ma a reagire contro ostici e maldestri avversari, contro gli infortuni e soprattutto contro la malasorte. Pensavamo di farcela a portare a casa almeno un punticino; dopo il vantaggio con Michel, come con il Santa Maria Maddalena, non siamo riusciti a chiudere la partita sul solito campetto parrocchiale dove pochissime squadre riusciranno a portare a casa le penne. Anche questa volta due gol subiti (troppi) e se la partita fosse terminata in parità nessuno avrebbe gridato allo scandalo. Ci abbiamo creduto fino in fondo, ma la realtà ci vede ancor penalizzato di più di quanto ci meritiamo. Bravi tutti. Col cuore si vincerà comunque.

 

Altri risultati:

Marmorta - drink Team Gallo             3 - 2

S. Maria Maddalena - La Pergola      2 - 1

 

ANCORA DUE VITTORIE.

Amatori e Over martedì 31 ottobre 2017 ore 1,05

 

Se non si fossero persi per strada alcuni punti, tra l'altro non impossibili da incamerare, saremo con un enplein netto e sfavillante per ambedue le squadre che continuano a fare punti ma soprattutto a fare gioco. Un pò più faticosa la vittoria dei leoncini del sabato che soprattutto con il cuore hanno ribaltato un risultato che li vedeva sotto dopo appena un paio di minuti. Senza perdersi d'animo e con la consapevolezza dei propri mezzi il gruppo ha iniziato a macinare gioco ed azioni da gol contro una scontrosa ed arcigna Chiesanuova. Questa volta (lo sfogo liberatorio dello stesso la settimana scorsa gli ha fatto bene) ci ha messo una pezza il ritrovato fromboliere Andrea che con una tripletta ha messo tutti a tacere per portarsi a casa il pallone della gara. Visti i costi, purtroppo per lui, la Società si impegna a fornirgli un pallone da allenamento, nuovo e magari con tutte le firme dei compagni di squadra che un pò di merito hanno anche loro nel portare a casa i tre punti. Il neo più grosso del gruppo sono i troppi gol subiti. Si fa fatica a ricordare quando la porta di Angelo è rimasta inviolata. Ma è sempre vero quello che diceva Boskov: vinci se fai un gol in più degli avversari. Un tre a due sofferto ma pieno di speranze per il prosieguo della stagione, che nonostante gli alti e bassi ci vede lassù nelle posizioni che ci meritiamo. Discorso diverso per il leoni del lunedì che continuano a dettare legge almeno per un tempo, lasciando a bocca aperta sia gli spettatori che gli increduli avversari. Se fossimo stati più determinati sottoporta,a Coronella, ora saremo a punteggio pieno dopo cinque gare con quella di stasera. Gioco spettacolare (mai il pallone fermo), due gol, un palo, almeno tre o quattro parate da manicomio di Ravaglia, alcuni assembramenti nell'area del Domo che se non fosse stato per il muro sulla linea di porta, saremmo andati a giocare addirittura davanti agli spogliatoi, tanta la nostra supremazia vista in campo. Il gruppo c'era già ma con l'innesto di alcune pedine fondamentali, si vede anche la qualità del gioco, che diverte e crea morale. Bisogna continuare così, senza sederci sugli allori. La presenza agli allenamenti è fondamentale per l'amalgama e con il tempo se ne vedranno delle belle. Intanto giovedì, post festivo, amichevole tra le nostre due formazioni.

 

5.a giornata over 35 girone A

Moretti / Marechiaro – ASD Domo Maccaretolo 2 – 0  (p.t. 1 – 0)

Marcatori: 11° Albini, 41° Roda.

Ammoniti: Malavasi (MM), Calzolari e Melis (DM)

Arbitro: Piazza

 

Moretti / Marechiaro: Baroni, Malavas, Marini, Felloni, Brunelli, Gamberini (cap), Albini (44° Grazzi), Bizzo (41° Nichilo), Roda (41° Anzil), Rocca, Buriani. All. Camattari a disp. Margutti, Belleli. Fiorini,

ASD Domo Maccaretolo: Ravaglia, Babini, Minarelli, Santarossa, Bianchini, Lame, Pesci (cap), Reggi, Falconi, Calzolari, Rubbi. All. Pantè a disp. ed entrati nella ripresa Melis, VayraLa Motta, Passerini, Tangorra.

 

Altri risultati a sorpresa del nostro girone Over:

Mirabello - Shannon's Pub  2 - 1

 

Biancoazzurra - Coronella  0 - 0

 

ALTRO PACCO REGALO IN ANTICIPO.

(Amatori sabato 25 ottobre 2017 ore 6,45)

 

Stessa partita stessa storia. Sembrava di vedere la partita di sabato scorso. Regala pure. Non abbiamo sicuramente disputato la migliore gara della stagione ma di occasioni da gol ne abbiamo create parecchie. A sprazzi abbiamo giocato anche del bel calcio ma se per un motivo o per un altro non la butti dentro alla fine ti manca sempre qualcosa. Siamo ancora primi in classifica ma dopo la prestazione di ieri sera ci siamo resi conto che quest’anno sarà ancora più dura delle ultime stagioni. Abbiamo preso il primo gol del campionato, invidiosi di quanto ha fatto la SPAL domenica scorsa. Un gol beccato dopo alcuni secondi di gioco ci ha fatto perdere la verginità di Omar. E’ stata una bomba dalla trequarti che si è andata ad infilare proprio nel sette, nonostante il volo acrobatico del nostro quasi inoperoso numero uno, che ci ha fatto inseguire il risultato anche se solo per pochi minuti. Secondo altri punti di vista il gol subìto chiamasi la cosiddetta “cappella” con Omar che stava pensando “alle coccinelle sulla maglia di Cristian” (frase del poeta Mala); palla battezzata fuori dopo un cross alla “dio mama” che improvvisamente si è abbassato all’incrocio dei pali. Solo che a differenza della partita abulica della SPAL noi ci abbiamo provato veramente. Dopo il gol di Gianlu (volpone in area) su ribattuta del portiere di una bomba di Ile, lo stesso puntero per un paio di volte si fatto dire di no dal portiere avversario, anche se si era già gridato al gol. Altre occasioni con Ile, Juri, Nick e Cristian non si sono concluse per un nonnulla. Ci abbiamo provato in tutti i modi, anche se senza marcare il tabellino. Due punti regalati contro una squadra nettamente inferiore e quasi sempre in affanno. Qualche contropiede senza esito non hanno mai fatto impensierire la nostra arcigna difesa. Poteva andare meglio. Giovedì allenamento per preparare la difficile gara di lunedì prossimo a Ravalle contro un rinato Domo Maccaretolo.

 

 

PACCO REGALO IN ANTICIPO.

(Amatori sabato 21 ottobre 2017 ore 18,45)

 

 

Due punti buttati al vento. Con due tiri in porta abbiamo subito il gol (e su rigore) che ci ha fatto mangiare altro che le punta delle dita. Sull‘altra occasione, allo scadere del primo tempo, Angelo aveva fatto il miracolo con un balzo felino sul tiro a colpo sicuro da parte di Ion (non il nostro ma quello avversario). Questo è quello che ha fatto la squadra avversaria in tutta la gara oltre che a istigare un arbitro che se ha anche sbagliato su certe decisioni lo ha sempre fatto in buona fede. Errare humanum est. Se invece si valuta quanto hanno creato i nostri leoni del sabato le occasioni vere e proprie da gol non si possono contare con le dita di una mano. E se sbagli a non chiudere la partita non meno di cinque o sei volte, prima o poi gli altri ti castigano. Prima e dopo il gol di Andrea, a turno sono state sbagliate occasioni da rimpiangere, ma la troppa sicurezza e volontà dei nostri punteros oggi non han lasciato il segno. Gara completamente dominata anche se con una formazione completamente rimaneggiata; tante assenze con la panchina affollata da tanti acciaccati a cui si aggiunge anche Antò che ha litigato con una delle tantissime buche traditrici di un campo inerbato decentemente ma pieno di insidie nascoste, tanto da farlo andare in ospedale. Per fortuna solo una distorsione tibio-tarsica senza fratture alla caviglia sinistra; con un paio di settimane di riposo dovrebbe recuperare totalmente. Già da domani bisogna iniziare a fare la conta delle disponibilità per la gara di sabato prossimo contro il Chiesanuova. Una manina può arrivare dagli Over (ottima oggi la prestazione di Cristian come centromediano metodista davanti alla difesa) ma due partite in pochi giorni non sono sopportabili dalla maggior parte dei nostri vecchietti che andranno martedì sera in quel di Coronella a “vendicare” i giovani leoni nell'unica sconfitta subita nel corrente campionato.

 

AVANTI COSI’.

(Amatori e Over martedì 17 ottobre 2017 ore 6,45)

 

E doppietta anche questo weekend. E si continua così ne vedremo delle belle. Sabato i leoni del pomeriggio hanno sudato sette camicie per avere la meglio su una agguerritissima formazione italo-africana che oltre a sembrare delle gazzelle ci han fatto chiedere come potevano correre così tanto. Ma dove troveranno tutto questo fiato? Se fossero tutti kenioti o etiopi (eredi di Abebe Bikila o di Tanui e Kosgei) o se fossero dopati potremmo anche capirlo; invece provenienti da tutt’altra parte del mondo e “puri”, significa che ce l’hanno nel DNA. La fortuna per tutte le squadre avversarie è che sbagliano molto in fase conclusiva e sono molto ingenui in quella difensiva e se porgono l’altra guancia li devi per forza castigare. Così abbiam fatto sabato, quando dopo essere passati in svantaggio, e dopo che hanno rischiato di far affondare la nostra barca, abbiamo rimontato soprattutto con il cuore e con la volontà; prima con Andrea poi due volte con Antò abbiamo ribaltato un risultato che ci porta nelle posizioni di classifica che ci meritiamo. Il gruppo ha capito che la sconfitta della settimana scorsa è stata soprattutto la “leggerezza” (forse per la larga vittoria della settimana prima) con cui si era entrati in campo e bravo tutto la staff a strigliare ogni singolo e a farlo tornare con i piedi (e soprattutto con la testa) per terra. Prossima gara nella semifinale del Fair Play mercoledì a Corporeno per poi gustarci la trasferta di S. Maria Maddalena sabato prossimo. Discorso molto diverso con i leoni del lunedì sera. Anche qui grande squadra e grande gruppo. Nella temutissima sfida contro l’ex Vassalli sembra che dal tabellino della gara sia stata una gara monotona, cattiva e senza tiri in porta, tanto da vincerla solo per fortuna. E invece chi era presente sugli spalti dello stadio Antonioni ha visto una gara veramente intensa con due grandi squadre che si sono date battaglia più sul fattore tecnico-tattico che su quello dell’agonismo. Due formazioni che sanno giocare al calcio, con pedine di esperienza e qualità. Ma alla fine chi ha portato a casa i tre punti? Logicamente chi ha meritato di più e anche se sono rimasti in dieci alla fine del primo tempo (doppia ammonizione) ci hanno messo il cuore per il resto di tutta la gara. Ci hanno impensierito solo per i primi due-tre minuti della ripresa ma se non fosse stato per Piazzi il risultato sarebbe stato molto più rotondo. Alcuni miracoli sui vari tiri di Albo, di Juri, di Nick e di Ile ci avrebbero rassicurato; il fallo di mano in area (alla Juve glielo avrebbero dato) a colpo sicuro poteva essere la tranquillità e invece siamo riusciti a passare solo su una maldestra e sfortunata deviazione di un difensore per ovviare alla solita incursione di Albo. Risultato comunque meritato per quello che si è visto in campo, per le occasioni da gol create (magari con qualche tiro in più dal limite) visti i piedi buoni di tanti giocatori talentuosi ma soprattutto per le parate dei portieri. Omar una soltanto all'inizio mentre non si contano i miracoli di Piazzi. La prossima, martedì a Coronella, oltre a consolidarci lassù con tre su tre, sarà anche motivo di rivincita per la sconfitta subita dagli Amatori nella seconda giornata di campionato.

 

Campo sportivo “S. Antonioni” di Ravalle

3.a giornata over 35 girone A

Moretti / Marechiaro – Shannon’s Pub 1 – 0  (p.t. 0 – 0)

Marcatore: 49° autogol Cavicchi (SP)

Ammoniti: Brunelli, Fiorini, Buriani (MM), Fabbri F. e Polmonari (SP)

Espulso: 30° doppia ammonizione Fabbri F. (SP)

Arbitro: Magnani

 

Moretti / Marechiaro: Baroni, Malavasi (38° Felloni), Fiorini, Buriani, Brunelli, Gamberini (cap), Albini (49°Montagna), Bizzo, Nichilo, Rocca, Roda. All. Camattari a disp. Guzzinati, Margutti, Anzil, Belleli.

 

Shannon’s Pub: Piazzi, Orpelli, Fabbri F., Cavicchi, Ferraresi, Vitali, Mari, Polmonari, Zanirati (cap), Cavallina, Grandi. All. Cavallina a disp. ed entrati nella ripresa Fabbri D., Bonsi, Gallieri, Medini, Mirella, Marone Fulcini, Piva.

 

UNA SU DUE.

(Amatori e Over martedì 10 ottobre 2017 ore 6,45)

 

Poteva andare meglio. Inizio settimana non proprio ottimale per i risultati acquisiti sul campo. I leoni ce l’hanno messa tutta sul campo di Coronella ma per un singolo episodio ha dovuto lasciare i tre punti agli avversari che, senza fare cose astronomiche ci hanno castigato con l’unico vero tiro in porta. Per quello che si è visto in campo il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto ma le regole del calcio vanno rispettate: se fai un gol in meno degli avversari vai a casa con zero punti in saccoccia.  A volte, dopo esserti mangiato gol a volontà (vedi giovedì in coppa) un tiro nella porta avversaria ti fa vincere la gara; se il calcio di punizione  di Antò non fosse stato parato miracolosamente, al gol del pareggio nessuno avrebbe gridato allo scandalo per una divisione della posta che sarebbe stato il risultato più giusto. Comunque l’avventura è appena iniziata e le soddisfazioni non tarderanno ad arrivare. Non ci si abbatte per una sconfitta. Risolleviamo il capo e pensiamo già alla prossima gara di sabato per un’altra battaglia a Ravalle contro i “Bufali”, tanto arcigni quanto imprevedibili. Discorso molto diverso per i vecchietti dell’Over. Doveva essere una battaglia al “Piffanelli” di Baura soprattutto per gli ultimi cruenti episodi successi lo scorso anno. Invece è stato un dominio assoluto nel calcio giocato e una passeggiata per entrambe le squadre per il senso di amicizia tra i contendenti. Molti ex nelle loro file che hanno rimpiazzato alcuni “cattivi” dello scorso anno. E’ bastato un tempo per chiudere la gara con giocate da far rimanere a bocca aperta i più esperti intenditori di calcio. Altro che Nazionale. Sicuramente i pochi spettatori sugli spalti se la sono goduta di più che non stare a casa a cuccarsi uno scialbo incontro di qualificazioni ai mondiali (odierni commenti populis). Trenta minuti di grande calcio, con triangolazioni, dai e vai, volate sulle fascie, tecnica sopraffina con tocchi di palla da categoria superiore e soprattutto tre gol spettacolari per esecuzione. La difesa non ha sbagliato una palla, il centrocampo a mò di diga, oltre che a contrastare, ha costruito palloni su palloni per un tridente offensivo che mai come ieri sera era in vena di grazia. A giochi fatti ci siamo un po’ seduti anche perché il fiato ad inizio stagione è quello che è. I panchinari servono anche a questo e nel momento del bisogno bisogna essere presenti. Grog al debutto stagionale non ha toccato palla se non per raccoglierla dal fondo per il rinvio. Ci siamo veramente divertiti. Intanto giovedì allenamento in massa per preparare il delicato match di lunedì prossimo contro il Shannon’s Pub (ex Vassalli).

 

 

MA CHI E' IL VERO MISTER?
MA CHI E' IL VERO MISTER?

TRE PUNTI COL MINIMO SFORZO.

(Over lunedì 2 ottobre 2017 ore 23,45

 

Poteva essere una goleada, ma aver segnato alla prima occasione ci ha fatto sedere e vivere di rendita. Già avevamo un grande gruppo e con l’innesto di alcune pedine fondamentali sapremo dire la nostra anche in questo campionato. Nonostante le numerose assenze (Brune, Enzo, Mao, Borts e Juri) ci siamo presentati in campo numerosi come non mai, tanto da pensare alle ultime gare, molto importanti, alla fine dello scorso campionato quando si arrivava a malapena in undici. Un gruppo fatto di tecnica, di forza e di intelligenza tattica saprà dire la sua contro avversari che sicuramente ci daranno più grattacapi di quelli ricevuti questa sera. Una difesa arcigna ha fatto impensierire una sola volta Omar che su un tiro dal limite ha sventato l’unica occasione da rete del Chiesanuova. Il paratone l’ha fatto con una caviglia mezza rotta, tanto da far andare in defibrillazione lo sbandieratore Grog. Viceversa il loro portierino (forse improvvisato) si è ben comportato sulle numerose uscite da kamikaze sui nostri punteros lanciati a rete. Unico difetto della serata i continui stravolgimenti del sistema di gioco che non ci hanno permesso di chiudere la partita in anticipo: prima troppo leziozi nelle triangolazioni e palla sui piedi, poi troppi lanci da quaranta metri, poi troppi tagli per moltissimi offside evidentissimi. Le abbiamo provate tutte ma l’importante è fare sempre un gol più degli altri. Intanto tre punti in saccoccia ci sono. Mercoledì allenamento con la testa già alla prossima in quel di Baura contro l’arcigna avversaria (e pericolosa) del GSQ.

 

Campo sportivo “S. Antonioni” di Ravalle

1.a giornata over 35 girone A

Moretti / Marechiaro - Pol. Chiesanuova 1 – 0  (p.t. 1 – 0)

Marcatore: 4° Albini (MM).

Ammoniti: Rocca (MM), Capriz, Palermo, Borsari (Chi)

Arbitro: Ghedini

Moretti / Marechiaro: Baroni, Malavasi (38° Marini), Fiorini, Buriani, Felloni, Montagna, Albini, Gamberini (cap), Nichilo (48° Anzil), Rocca, Bizzo. All. Belleli a disp. Guzzinati, Margutti, Camattari, Marchetti.

 

Pol. Chiesanuova: Venturi, De Luca, Anastasia, Tietto, Capriz, Palermo, Borsari (cap), Pompili, Salvietti, Giglioli, Olimpio. All Pesci Gio. A disp. ed entrati nella ripresa Pancaldi, Chiavaro, Pesci Gab., Mazzini.

 

PARTENZA COL BOTTO.

Amatori sabato 30 settembre 2017 ore 20,00

 

Gara a senso unico per una prima di campionato Amatori che fa già sapere di che pasta è fatto il gruppo. Tre doppiette (vedi foto) sono state un buon biglietto da visita, ma oltre al risultato tennistico, si poteva assistere ad una vera ecatombe per una squadra avversaria che è riuscita a tenere botta per i soli primi venti minuti. Le doppie marcature di Andrea, di Antò (grandi ritorni) e di Michel non possono essere soddisfacenti per quello che si è visto in campo; altre cinque o sei paratone del portierino avversario, altrettante occasioni con il palo destro del portiere sfiorato di alcuni centimetri (o gol mangiati?) ed un solo tiro verso la nostra porta (con gol in mischia) stanno a significare che tipo di gara è stata quella di oggi. Da veri sportivi non si poteva infierire più di tanto? Certo che il Marmorta ci ha battuto solo nelle lamentele contro un ottimo arbitro che anche se giovane e di primo “pelo” si è comportato da egregio signore. E’ stato istigato, forse anche senza motivo o qualcuno se l’è presa troppo, fino a far quasi degenerare una partita che non ha mai avuto storia. Certo che ogni prossima partita non sarà una galoppata al piccolo trotto come quella di oggi; gli avversari sono già sul piede di guerra e ancor di più lo saranno quando vedranno il risultato acquisito oggi sul campo. Ma anche loro sono avvisati. Già nella prossima gara di lunedì 9 ottobre a Coronella sapremo se meritarci il titolo di comprimaria nel campionato. La cosa che stupisce di più sono le otto squadre su quattordici che giocano in casa il lunedì sera. Buona percentuale per chi vuol fare un campionato il sabato pomeriggio.

 

Adesso pensiamo anche al debutto dei vecchietti dell’Over che lunedì sera si cimenteranno allo stadio Antonioni di Ravalle contro l’ostica formazione del Chiesanuova.

 

Campo sportivo “S. Antonioni” di Ravalle

Sistema Montaggi Lion’s – Marmorta 2004   6 – 1 (p.t. 2 – 0)

Marcatori: 22° e 48° Squarzoni, 29° e 68° Salomone, 39° e 45° Balan, 59° Cojucari (Mar)

Ammoniti: Zaniboni (Mar)

Arbitro: Mourad (ottimo per una direzione degna della sua semplicità).

 

Sistema Montaggi Lion’s: Carbone, Bergonzini, Fuso, Bernardini, Saccon, Mangir, Balan, Riccardo, Squarzoni (cap), Salomone, Silvestri. All. Pini I. Entrati nella ripresa Felicella, Pini M., Montanari, Gatti, Longobardi, Minadio. A disp. D’Amato e Conti.

Marmorta 2004: Vespo, Vitali, Cirri, Santoro G., Morrone, Zouiaur, Gatti, Zaniboni, Santoro C., Tatar (cap), Cojucari. All. Martire.

 

SI RIPARTE PER UN NUOVA AVVENTURA.

(I.S. giovedì 28 settembre 2017 ore 6,45)

 

Dopo le peripezie per trovare gli sponsor, dopo la benedetta iscrizione ai due campionati UISP, dopo la raccolta di giocatori (e che giocatori), dopo l'uscita delle prime due giornate del calendario ci apprestiamo ad iniziare una nuova avventura che ci vedrà partecipare, dopo una parentesi di sosta di un anno, sia  al campionato Amatori che a quello Over 35. Il consolidato gruppo degli Over sarà "guidato" dal mister Giorgio e dal dj-giocatore Gambero che a monte della sua esperienza, dopo aver intravisto le poche lacune del gruppo, è riuscito ad ingaggiare alcune pedine fondamentali, per un campionato ad alto livello come nelle ultime edizioni. La squadra, con l'apporto di Paolo Moretti e del veterano Enzo, si chiamerà ancora Moretti-Marechiaro per consolidare un nome che ci ha dato molte soddisfazioni negli ultimi anni e che scenderà in campo lunedì sera, in casa, contro gli ostici avversari di Chiesanuova. Discorso un pò diverso per gli Amatori. Come deciso prima nella riunione di Consiglio, poi nell'Assemblea Generale di Polisportiva, con i "desaparecido" provenienti da Casaglia si è affermata la volontà di continuare a partecipare ad una attività che ci ha dato tantissime soddisfazioni nell'ultimo trentennio. L'unico rammarico, e che era nelle nostre prospettive, è che nel gruppo già consolidato si dovevano aggregare alcuni giovani del paese o degli amatori che avevano partecipato alle ultime edizioni dei nostri campionati UISP. Chi per infortunio, chi per motivi di lavoro, chi per motivi di studio o chi per altri motivi personali ha dato forfait ha lasciato nullo quello che era il nostro obiettivo principale. Comunque la squadra, Sistema Montaggi Lion's di patron Bergonzioni, è pronta a dare battaglia già da sabato prossimo, a Ravalle, contro il Marmorta per un inizio di campionato che ci vedrà sicuramente tra i protagonisti.

 

STAGIONE FINITA. STAVOLTA PER DAVVERO.

I.S. martedì 13 giugno 2017 ore 14,00

 

Dopo aver cercato di chiarire il misfatto di quindici giorni fa, proprio con l’allora direttore di gara, alla fine si è rimasti con un dubbio ancora più atroce: perché si rimandano le responsabilità da una parte all’altra? La Lega Calcio è latitante (sostituita), la commissione disciplinare deve fare il proprio dovere in base a quello che scrivono sui referti anche se scorretti, la terna arbitrale o è superficiale o lo fa apposta a creare zizzania. Fatto sta che dispiace  di essere stati colpevolizzati di delinquenza. Dispiace soprattutto per la Coop. S. Pietro che avrebbe meritato sul campo di dare una più ardua battaglia al Ducale e sul proprio campo sui lidi comacchiesi e sicuramente di disputare una ambiziosa finale in quel di Casumaro. In undici contati, come preventivato già quindici giorni fa, non si può disputare una finale playoff di alto livello. Giocando con il cuore abbiamo tenuto testa ad un organico nettamente superiore ma che, solo per alcune sviste arbitrali o ridicole interpretazioni del regolamento, ci ha superato solo nel punteggio ma non nell’orgoglio. Se la mancata espulsione del difensore per trattenuta sul nostro attaccante lanciato a rete e la successiva concessione di un dubbio calcio di rigore contro i nostri colori e la successiva espulsione di Giova, fossero successe su un altro campo, si sarebbe verificato il finimondo. E invece da buoni samaritani abbiamo sopportato, abbiamo perso per il risultato sul campo ma non decisamente l’onore. Una medaglia va appuntata sul petto di chi ha giocato fuori ruolo e magari con una preparazione atletica non ottimale. Facciamo ora un esame di coscienza per quello che è accaduto in questa stagione sportiva, nel bene e nel male. Sicuramente si poteva dare di più ma per quello che è stato nelle nostre possibilità si poteva anche ricevere di più. Ci vediamo all’Assemblea Generale che si terrà verso i primi di luglio, a conti fatti e con previsioni solo se non impossibili.

 

P.S. Abbiamo disputato la gara di ieri sera senza: Ile e Cama (costole fratturate), Fioro e Mala (problemi muscolari), Alan (operato), Balbo (problemi d’amore e di cuore), Burio (baby sitter al torneo esordienti), Bonny (a TG3 nel programma “Chi l’ha visto?”), Borts e Wizzy (assenti giustificati e scorretti più che mai).

 

NEWS DELL’ULTIMORA

I.S. venerdì 2 giugno 2017 ore 13,15

 

Vista l’evoluzione della diattriba tra ASD Pol. Ravalle, Coop S. Pietro e UISP si comunica quanto segue:

 

  •  ·        lunedì scorso si era deciso di non fare ricorso perché in data 5 giugno difficilmente si arrivava in undici al successivo incontro e dopo aver parlato con gli avversari e con la terna arbitrale non doveva uscire dal campo nulla che poteva invalidare il risultato sul campo.
  • ·         mercoledì pomeriggio si è sparsa la voce che il Ducale oggetto dello stesso inghippo e proponente il ricorso contro il Portoverrara sarebbe venuto a giocare a Ravalle lunedì 5 giugno e non a Comacchio;
  • ·         giovedì alle ore 11,30 usciva il bollettino ufficiale della UISP con l’omologazione sospesa anche della nostra gara per il nostro ricorso contro il risultato del campo (senza averlo fatto e non doveva essere fatto):
  • ·         dalle ore 11,35 sono iniziati insulti telefonici nei nostri confronti anche tramite email e facebook da parte di tutti (quelli che avevano letto il commento della partita sul sito e quelli che hanno saputo della questione tramite passa parola);
  • ·         alle ore 13,15 veniva contattata la Lega Calcio Uisp che riferiva che l’arbitro aveva scritto tutto sul referto (nonostante non doveva farlo) e consigliava alla ASD Pol. Ravalle (visto che era preannunciato) di espletare la procedura del ricorso (non doveva essere citato nulla sul referto e successivamente sul bollettino);
  • ·         alle ore 16,30 circa di giovedì veniva compilato regolare ricorso.
  • ·         In data venerdì 2 giugno alle ore 10,00 veniva contattata di nuovo la Lega Calcio UISP che asseriva che anche in caso di ritiro del ricorso, la parola finale spettava comunque alla Commissione disciplinare di I° grado che a conoscenza dei fatti non poteva soprassedere.

 

Ulteriori commenti da parte di tutti sono superflui. I fatti sono questi. Perchè visto che il regolamento è assurdo non si parla del ricorso dell'altra squadra per lo stesso motivo? 

PS: il segretario, come da statuto regolarmente registrato, ha le deleghe, in assenza del Presidente sia  amministrative, finanziarie che legali. 

PS: forse l'errore madornale è stato quello di non aver telefonato, prima del ricorso, alla squadra avversaria.

 

Tanto si doveva.                                                                                            ASD Polisportiva Ravalle

 

E’ FINITA L’AVVENTURA

Over martedì 30 maggio 2017 ore 6,45

 

Ora abbiamo tempo per meditare. Quanto di buono e quanto poco di sbagliato? Una stagione che ci ha dato soddisfazioni ma anche rimpianti su come è finita. Molte scusanti sono a nostro favore  come gli infortuni a raffica per azioni di gioco o per muscolature di “puina”, ma che ci fanno pensare, e non poco, sono state le scelte dell’organico, sia nel numero che sulla qualità, che sin dagli albori han creato dissapori. Viene da pensare che non si può arrivare ad una semifinale playoff in undici contati. Un vero peccato soprattutto per chi ha dato anima e corpo per tutta la stagione e non ci si può lasciare con un semplice arrivederci al prossimo anno. Con un gruppo “acqua e sapone” le abbiamo buscate poche volte e siamo sempre stati lassù ed il alto sopra a tutti; primi nella regular season, terzi nel girone Seniores con un totale di 56 gol fatti e 19 subiti (con quelli di ieri sera). E se poi ci mettiamo tutti i mal di pancia che abbiamo passato per spostamenti di gare, ricorsi assurdi senza esito, gabule e traffici loschi (alla Wizzy) solo per invidia o antipatia ci han fatto capire che il gruppo è troppo buono a dispetto di coloro che pensano solo ai propri interessi e senza guardare in faccia nessuno. Noi no. Lo abbiamo dimostrato anche ieri sera al termine della partita; una gara da noi combattuta fino allo spasimo ma contro una squadra quadrata in tutti i ruoli e con un trio d'attacco da far paura, noi con una formazione con la maggior parte dei giocatori fuori ruolo (e han fatto anche tanto) nulla abbiamo potuto se non arrenderci alla formazione avversaria. Forse con Ile, Brune, Cama, Balbo, Wizzy, Fioro, Bonny, Borts e Mala intero (ne mancavano altri?) ce la saremmo giocata alla pari e senza prendere tre gol stupidi come abbiamo preso, forse ci saremmo anche  divertiti. Fatto sta che dopo aver preannunciato alla terna arbitrale di un probabile ricorso (poi non fatto d'accordo con la terna e con gli avversari) per la posizione irregolare di due tesserati comacchiesi, ci siamo messi una mano sul cuore, una sugli occhi e una a darci degli “scupazzoni” sulla testa perché anche a ricorso vinto nella serata di lunedì facevamo la figuraccia di non arrivare in undici contro il Portoverrara. Che anche questo sia di monito per l’attività futura, sempre che si decida di continuare nel percorso avviato un paio d’anni fa che ad oggi, nonostante i meriti, ci ha lasciato sempre con l’amaro in bocca. ARRIVEDERCI ALLA CENA PER LE RIVINCITE.

 

Campo sportivo di Ravalle

Semifinale playoff Seniore Over 35

Moretti/Marechiaro – Coop. S. Pietro 1 – 3 (p.t. 0 – 2)

Marcatori: 22° Mazzanti, 28° Carli e 44° Visentini (CSP), 52° Nichilo (MM)

Ammoniti. Buriani (MM), Tomasi (CSP)

Terna arbitrale: Rosati direttore, Massari e Carletti assistenti.

 

Moretti/Marechiaro: Baroni, Anzil (46° Margutti), Montagna, Buriani, Marini, Malavasi (5° Belleli), Grazzi, Gamberini (cap), Nichilo, Marchetti, Giliberti. All. Finardi a disp. Guzzinati

Coop. S. Pietro Comacchio: Manfrini, Ferroni, Cavalieri d’Oro, Feggi (cap), Bigoni, Tomasi, Mazzanti, Carli, Visentini, Grata, Giordano. All. Cavalieri S. a disp. ed entrati Guidi, Barillari, Fantinuoli, Cavalieri F.

 

 

OBIETTIVO RAGGIUNTO!

Over martedì 23 maggio 2017 ore 6,45

 

Ruoli improvvisati per undici contati. Fa anche rima. Pensare ad un pareggio nel primo pomeriggio era un’utopia. Lavoro ed infortuni ci hanno fatto scendere in campo con una formazione talmente striminzita (nel numero) e tutta da inventare che solo con la presenza dei ritornanti Margu e Borts ci ha permesso di giocare alla pari con dei veri gentiluomini. Mai trovata una squadra così affabile, mai un calcione o un fallaccio in tutta la gara. Forse il risultato di parità andava bene a tutte e due le squadre ma non è che ce la siamo giocata a pari e dispari o a tresette. Sicuramente la gara dove Omar ha dovuto compiere più parate che in tutto il campionato; ma anche noi, se avessimo centrato la porta nelle tante occasioni da rete create, non avremmo terminato la gara con un bel zero nel conteggio dei gol fatti. In base ai risultati della serata noi dovremo giocarcela nella gara playoff contro, o gli stessi comacchiesi o la squadra del “Bartagnin”, mentre l’altra andrà a Porteverrara. Veloce Contrapò già in finale al Mazza (moh figuriamoci se la fanno lì). Nell’ambito del girone i valori di merito sono quelli rappresentati dalla classifica finale. Senza commentare i punti lasciati per strada l’unico riferimento da verificare è quella della classifica ufficiale che uscirà domani sul bollettino dove oltre al nostro abbinamento troverà sicura l’eliminazione dell’ex Vassalli, che non ci ha mai perdonato di non aver spostato una partita. Ognuno in casa propria gestisce le proprie necessità: per loro lo spostamento della gara da lunedì a martedì, ricorso per non aver saputo gestire una gara, aggrapparsi a regolamenti da far ridere anche i più neofiti del calcio, dimostrano che gli Over 35 non sono solo divertimento e passione. Faremo virtù di questa esperienza. Prepariamoci già da ora con la testa e con il cuore per la prossima con il rientro di quasi tutta la banda. Però Ile batte Cama tre a uno nel conteggio delle costole fratturate. Se fossero state costine avrebbero disputato un bel match sia Borts che Gambero.

 

 

Campo sportivo di Ravalle

9.a giornata Over 35 girone Seniores

Moretti srl/Pizzeria Marechiaro – Coop S. Pietro    0 - 0

Ammoniti: Giliberti e Bortolotti (MM)

Arbitro: Andreotti (prima direzione per i nostri colori; non male considerata l’animosità della partita).

 

Moretti srl/Pizzeria Marechiaro: Baroni, Anzil, Montagna, Malavasi (31° Bortolotti), Margutti, Bonora, Grazzi, Gamberini (cap), Marchetti, Giliberti. All. Rocca-Camattari a disp. Guzzinati.

Coop S. Pietro Comacchio: Bellonzi, Ferroni, Mazzanti, Feggi, Bigoni, Grata, Visentini, Cavalieri d’Oro, Tomasi, Fantinuoli, Barillari. All. Cavalieri S. a disp. ed entrati Cavalieri F. e Giordano.

 

Altri risultati del girone

Rist Il Ducale - Dinamica/Fuoriporta 2 - 0

Portoverrara - Vecchie Glorie Tagliolesi 2 - 0

per un classifica finale (posti che contano)

 

1° Veloce Contrapò        punti 20

2° Portoverrara               punti 16

3° Moretti/Marechiaro   punti  15

4° Il Ducale                    punti  13    o   Coop S. Pietro punti 13

Fuori l'ex Vassalli? Vediamo domani il bollettino.

 

 

 

FAVOLOSI!!!!!!!

Over mercoledì 17 maggio 2017 ore 6,45

 

Quando si gioca con la testa e non coi piedi si ottengono i migliori risultati. Nelle situazioni di difficoltà emergono le qualità dei nostri brontoloni che ieri sera hanno disputato la gara con serenità, pacatezza e soprattutto con intelligenza. Non avevamo nulla da perdere ma tutto da guadagnare. Già lo spostamento della partita dal lunedì al martedì (due gare sullo stesso campo in contemporanea e se ne sono accorti mercoledì scorso), gli impegni di lavoro, le defezioni assurde dell’ultimo momento ci han fatto scendere in campo in numero talmente risicato tanto che fino al fischio d’inizio potevamo addirittura non essere in undici. In panca tra i disponibili al subentro solo Gianlu (bentornato)mentre per la presenza oltre a Grog e a Zorz si è rivisto anche il “appena dimesso” Ile che per l’attaccamento ai nostri colori non è voluto mancare all’appuntamento. Anche solo la presenza ci ha fatto piacere; la sua esperienza, la competenza oltre all’incitamento, sono stati determinanti per tutto il gruppo in una gara che poteva sapere di beffa. Abbiamo subito fatto vedere di che pasta siamo fatti. Un gollazzo di Burio direttamente su corner, altre parate di Piazzi sui tentativi dello stesso Burio, di Gambero e di Nick, altri tiri fuori di poco per un primo tempo dominato in lungo ed in largo. Inizio ripresa un po’ titubanti fino al gioiellino di Polmo con un sette infilato nella porta di Omar con un tiro da fuori area. Per la nostra saracinesca una sola parata e di piede in tutta la partita per un’ottima prova della solita arcigna difesa, coadiuvata da una diga a centrocampo che con il 4-4-1-1 si è trovato a meraviglia contro le prevedibili sortite avversarie. Mattatore della serata un ritrovato Nick che dopo aver massacrato la difesa avversaria con i soliti movimenti a tutto campo, ha siglato una meravigliosa rete infilando il pallone tra palo e portiere (stop di petto a seguire e bomba di sinistro) per i meritatissimi tre punti che fanno morale e qualificazione certa. Ultimi responsi all’ultima giornata del girone che ci vedrà in casa contro il Comacchio per la posizione definitiva in classifica e per il prosieguo della stagione.

 

Campo sportivo di Contrapò (il migliore dopo il nostro)

Dinamica/Fuoriporta – Moretti/Marechiaro 1 – 2 (p.t. 0 – 1)

Marcatori: 4° Buriani (MM), 34° Polmonari (DF), 45° Nichilo (MM)

Ammoniti: Fiorini (MM), Taroni, Polmonari e Bonsi (DF)

Espulso: Zanirati (DF)

Arbitro: Scotti (non male; severo al punto giusto e imparziale sull’applicazione del regolamento. Qualche errore per entrambe le parti, ma sempre in buona fede).

 

Dinamica/Fuoriporta: Piazzi, Berti, Berselli, Zanirati (cap), Fabbri, Medini, Mari, Merighi, Taroni, Vecchiattini, Sarto. All. Salvadego a disp. ed entrati nella ripresa Bonsi, Cavallina, Marone, Mirella, Polmonari, Santini.

Moretti/Marechiaro: Baroni, Fiorini (46° Anzil), Montagna, Buriani, Brunelli, Marini, Camattari, Gamberini (cap), Nichilo, Marchetti, Giliberti. All. Finardi a disp. Guzzinati, Belleli, Rocca.

 

UN FURTO BELLO E BUONO.

(Over martedì 9 maggio 2017 ore 7,00)

 

 

Prima di commentare la partita di ieri sera, bisogna fare gli auguri a Ile, uscito dal campo dopo soli dieci minuti per un abbattimento con ginocchiata sulla schiena non vista (oppure non intenzionalmente fischiata) da un arbitro incompetente per la categoria e per il tipo di gara. Referto medico, dopo il ricovero in ospedale, di frattura di tre costole con leggera perforazione del polmone. Trattenuto a Cona nel reparto chirurgia d’urgenza settore A,  in via precauzionale e che il ciel l’aiuti. Ci mancherà tanto anche se per solo questo finale di  stagione, non solo per i suoi gol, ma per la serietà e la professionalità dimostrata. Auguri !!! Ci mancava solo che venissimo a casa senza punti. Partita dominata in lungo ed in largo (forse una delle migliori di tutta la stagione), tante occasioni fallite, parate di Omar zero, come al solito. Il Ducale in difficoltà in tutti i reparti del campo ha pensato prima di tutto a non prenderle (anche di fatto), mettendo la partita forse più sul piano fisico che su quello tattico. Già dopo alcuni minuti potevamo essere in vantaggio con volate sulle fasce e conclusioni fallite di un nonnulla. E se l’arbitro al decimo minuto ci avesse concesso il rigore su Ile, l’ espulsione da ultimo uomo con chiara occasione da gol di Montagnana e Ducale in dieci per il resto della partita, le cose sarebbero cambiate totalmente. Difendersi per tutta la gara e ripartire solo in contropiede sarebbe stato molto diverso da cercare di rimontare ed in inferiorità numerica. Il destino non lo si può cambiare; l’infortunio di Ile, un arbitro non all’altezza, l’unico tiro verso la nostra porta su corner che ci ha messo sotto e solo una prestazione atletica fuori del normale ci ha permesso di pareggiare. Ed è andata anche bene perché altre volte vieni a casa con un pugno di mosche. E quando in contemporanea con il gol di Nick (annullato) si è sentito il fischio dell’arbitro ci è venuto un colpo: per fortuna era per decretare il rigore che poi Burio ha magistralmente trasformato per un meritatissimo pareggio. E la traversa di Mao allo scadere? Ormai è fatta. Pensiamo alla prossima, anche senza Ile. Abbiamo visto che ogni partita è una battaglia. L’importante è non  perdere la guerra.

 

 

Campo sportivo di Cona

Rist. Pizz. Il Ducale – Moretti/Marechiaro 1 – 1 (p.t. 1 – 0)

Marcatori: 26° Manfredini (Duc), 54° rig. Buriani (M/M)

Ammoniti: Costorella, Fabbri e Straforini (Duc), Buriani (M/M)

Arbitro: meglio lasciar stare. Buon omaccio, ma anche se esiste una carenza di direttori di gara, un arbitro abulico e apatico come questo è meglio che vada ad arbitrare i bambini. Sempre fuori posizione, senza polso e senza potere decisionale. Non é colpa sua però se non è un professionista  come del resto anche noi, ma i giocatori devono essere tutelati, da una parte e dll'altra.

 

Pizz. Rist. Il Ducale: Bonifazzi, Peverati, Fabbri, Brugnati (cap), Montagnana, Chiorboli, Straforini, Costorella, Manfredini, Toselli, Polmonari. All. Frignani a disp. ed entrati nella ripresa Faccini, Bulgarelli, Lodi, Orlandi, Verri, Bonetti, Bellini.

Moretti/Marechiaro: Baroni, Fiorini, Montagna, Buriani, Brunelli, Malavasi, Camattari (35° Giliberti), Gamberini (cap), Nichilo, Rocca (12° Grazzi), Bonora. All. Belleli a disp. Guzzinati, Marini, Marchetti.